Imprenditori innovativi, Sleek incontra Matteo Perego

No Comment
Shares

Le interviste Sleek continuano e si allargano agli imprenditori.

Esatto, abbiamo deciso di allargare un po’ la nostra visuale inaugurando questa nuova rubrica dedicata agli imprenditori innovativi, che credono che il web, i social e più in generale il digital siano strumenti fondamentali per migliorare il loro business. Questa prima intervista l’abbiamo fatta a Matteo Perego, imprenditore, architetto e fondatore di Amerigo Milano, un e-commerce di settore dedicato alla realizzazione e vendita online di oggetti artigianali di design e lusso studiati per la casa nonché partner di Sleek per Spazio Live. Ecco cosa ci ha raccontato:

imprenditori digital

Ciao Matteo, chi sei? Ci parli un po’ di te?

Ciao, sono Matteo Perego, (@matteoperego1 su Instagram) sono un architetto con una grande passione per il mondo fashion e digitale. Mi definirei un architetto che prende molte ispirazioni dal mondo fashion e con l’ossessione per i dettagli.

2 Qual è il tuo quadro preferito e perché?

Mi piace essere circondato da oggetti iconci, per questo motivo amo le opere di Andy Warhol. La vita è pubblicità. Gli oggetti che ci circondano vanno sempre più ad assomigliare ad uno spot pubblicitario. “Un supermercato non è diverso da un museo” è una grande verità. È così che un flacone di profumo glamour si trasforma in una grande opera. Il mio quadro preferito è Chanel No 5. Un’opera che esprime il perfetto mix tra arte e comunicazione. Mi piace immaginare cosa avrebbe potuto fare Andy Warhol se fosse vissuto nell’epoca del digitale.

3 Internet e arredamento. Qual è il futuro di questo settore?

Due settori che si sono spesso “odiati” e/o “ignorati”. Ma forse i numeri esprimono meglio questo concetto: nel settore arredo una azienda su quattro non ha ancora il sito internt. Il 65% non utilizza i social network. Quanto al commercio elettronico, si è spinta su questo canale un’impresa su dieci. Ma quel che è peggio, è che solo il 15% prevede in tempi brevi un aumento degli investimenti nell’area digitale.
In questo panorama ho creato Amerigo Milano un start-up 100% nativa digitale. ( DNVB). Penso di aver espresso chiaramente come la penso.

4 Amerigo Milano è un dnvb. Qual è il punto di forza di una realtà 100% online?

Amerigo è la prima impresa 100% dnvb e 100% italiana, nel suo settore di eccellenza, l’home accessory & furniture design. È una piattaforma di e-commerce dedicata esclusivamente ai propri articoli.
Un dnvb è un brand che nasce digitalmente e che viene promosso e divulgato attraverso una piattaforma e-commerce digitale dedicata. Non è un e-commerce che tratta più marchi e quindi assume la funzione di ‘contenitore di distribuzione’. Un dnvb si limita a proporre solo articoli del proprio brand.

Un post condiviso da Amerigo Milano (@amerigomilano) in data:

5 Nasci come architetto prima di essere imprenditore, qual è il tuo edificio preferito in assoluto e come mai?

Mi sono laureato al politecnico di Milano e Milano dopo aver attraversato una lunga fase dormiente è ritornata ad avere un ruolo di città leader nella costruzione di tall buildings. Non si può non apprezzare la Torre Unicredit con le sue alte spire che raggiungono i 231 metri e lo rendono il grattacielo più alto d’Italia. Ha ridisegnato lo skyline di Milano ridando alla città stessa una nuova seconda giovinezza.
Sarò monotono ma anche in questo caso apprezzo gli edifici iconici

6 La collezione Amerigo Milano è molto ampia, qual è il pezzo a cui sei più affezionato?

Sono particolarmente legato alla HOMEbag la prima borsa da casa E’ un oggetto che esprime la perfetta sinergia tra design e fashion. Le borse, meglio se esclusive, sono degli status symbol ai quali ogni donna spera di poter arrivare. Sono sinonimo di stile e di eleganza, non hanno tempo, non conoscono il passare delle stagioni, se non nel valore che infondono a quel preciso modello, oggetto del desiderio.
Le borse sono tra gli accessori più imitati al mondo, forse perché anche le più desiderate. Le borse per la casa, di alto pregio, firmate Amerigo, vogliono avere la particolarità di essere pezzi unici, di
poter essere personalizzate

7 Come ti è venuta l’idea di portare il lusso online e come pensi si evolverà questo settore nei prossimi anni?

In realtà la mia idea è quella di portare creazioni uniche artigianali Online. E’ un nuovo concetto di lusso che si pone su un binario differente rispetto al lusso inteso solo come brand. E’ un lusso più concettuale, è un lusso che va alla ricerca di oggetti unici ed esclusivi. Amerigo Milano rappresenta la fusione di più artigiani che producono dei pezzi esclusivamente firmati Amerigo Milano. Amerigo Milano è stato creato con questa ottica: una vetrina globale che dia risalto al vero artigianato italiano. Il futuro? Solamente la filiera corta, diretta, renderà l’artigiano nuovamente competitivo.

Un post condiviso da Amerigo Milano (@amerigomilano) in data:

8 Personalizzare un oggetto è la chiave di svolta per il successo di un ecommerce?

Dipende dal tipo di e-commerce che si vuole creare. Credo in un e-commerce che valorizzi la personalizzazione. Credo in un e-commerce che sappia mantenere vivo il concetto di unicità ed esclusività.
Dopo tutto l’ecommerce è solo lo strumento di vendita e come tale deve adeguarsi alle nuove esigenze del cliente. Credo in un e-commerce che sappia vendere non solo brands ma anche oggetti sartoriali ed artigianali. La vera sfida è questa . Gli imprenditori devono saper comunicare “valore” anche senza brand.

9 Dove ti vedi tra 5 anni?

Mi vedo ancora in Amerigo Milano a raccontare l’eccellenza del sapere fare degli artigiani italiani. Ho ancora tanti anni per imparare un po della loro “inconscia conoscenza” Saper fare, Saper essere, saperlo comunicare.

Previous post
Digital creator, Sleek incontra Beatrice Rossi
fabio persico, sleek
Next post
Creativi digitali, Sleek incontra Fabio Persico
Back
Shares
SHARE

Imprenditori innovativi, Sleek incontra Matteo Perego